A TREVI UN ALTRO WEEKEND ESTIVO ALL’INSEGNA DELLA MUSICA E DELLA CULTURA. E POI MERCATI IN PIAZZA, TREKKING URBANO, CONCERTI A TEATRO



Il borgo medievale di Trevi si prepara ad accogliere un altro weekend ricco di iniziative culturali e musicali insieme al consueto appuntamento di ogni 4° domenica del mese con il mercato delle Pulci e il mercato del Contadino.

Proseguono infatti le iniziative del ricco calendario di eventi culturali “Trevi in Musica”, la manifestazione musicale estiva che vede la partecipazione di grandi artisti italiani e internazionali. Venerdì 24 agosto si apre lo spazio dedicato alla chitarra: il Chiostro di san Francesco (all’interno del Complesso museale di san Francesco recentemente restaurato e riaperto al pubblico) ospiterà il Trio Chitarristico Siciliano che si esibirà in “Juegos del viento” dalle ore 21:30 (Per informazioni, prenotazioni e programma completo www.festivalfedericocesi.com).

Sabato 25 agosto alle ore 11:00 inaugura la Mostra Internazionale di Liuteria a Villa Fabri, con oltre 30 strumenti in esposizione prodotti da 12 tra i migliori artigiani liutai provenienti da tutta l'Italia: fino alle 14:00 di domenica sarà allestita anche una sala in cui sarà possibile provare gli strumenti in esposizione con la programmazione della tradizionale Liuteria in Concerto. Dalle ore 17:00 invece, la serata sarà dedicata a “Ricordando Maurizio Norrito”, eventi in memoria dell’artista prematuramente scomparso con testimonianze di amici, musicisti, allievi e familiari e seguirà, alle 21.30 presso il Teatro Clitunno, il concerto omaggio al maestro, ad ingresso gratuito. (Per informazioni, prenotazioni e programma completo www.festivalfedericocesi.com).

Durante la serata di sabato 25 agosto dalle ore 21:00 in Piazza Mazzini si terrà il concorso “Dolce in Piazza” a cura dell’Associazione Pro Trevi, che decreterà il dolce più buono realizzato tutte le signore del borgo.

Domenica 26 agosto torna il consueto appuntamento della 4° domenica, dalle ore 9 fino al tramonto, con il Mercato delle Pulci in Piazza Garibaldi, dove poter trovare piccolo antiquariato, rigatteria, artigianato e tante curiosità. Tanti gli espositori, piccoli artigiani, antiquari, collezionisti, presenti per raccontarvi le storie degli oggetti in vendita, cotone antico per lenzuola, mobili restaurati, abiti, borse ed occhiali vintage, dipinti e bigiotteria. Contemporaneamente in Piazza Mazzini, invece, c’è il Mercato del Contadino – Farmer’s Market. Sotto il portico comunale, saranno presenti i tanti produttori locali con le loro produzioni agricole stagionali, l’olio delle colline di Trevi, verdure, legumi, miele, vino e tante altre leccornie con cui farsi un regalo genuino durante una passeggiata per le vie del centro storico.

Domenica 26 agosto, grande attesa per il concerto serale delle 21:30 al Chiostro di San Francesco dove si esibirà il famoso chitarrista spagnolo Marco Socias, per la prima volta in Italia dopo anni, il quale eseguirà brani di Dowland, Mertz, Castelnuovo-Tedesco, Torroba, Juliàn Bautista e Sainz de la Maza. (Per informazioni, prenotazioni e programma completo www.festivalfedericocesi.com).

Al Museo di San Francesco fino al prossimo novembre, è possibile visitare la mostra “Capolavori del ‘300, il Cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appennino” (info Raccolta d’Arte San Francesco 0742 381628 trevi@sistemamuseo.it). Come ogni ultima domenica del mese, il Complesso Museale di San Francesco organizza un percorso guidato di trekking urbano alla scoperta di luoghi unici, ricchi di arte e storia della città di Trevi: si parte alle ore 11:00 dalla chiesa di San Francesco, con affreschi del XIV e XV secolo e il magnifico organo cosiddetto “da muro” del 1509, il più antico in Umbria; il percorso poi si snoderà attraverso i suggestivi vicoli cittadini, offrendo la possibilità di godere della bellezza e dell'autenticità del borgo (info e prenotazione Tel. 0742 381628 - trevi@sistemamuseo.it).

Mentre a Palazzo Lucarini prosegue fino al 26 agosto la mostra personale di Aurelien Mauplot “Moana Fa’a’aro”, titolo che prende il nome da un’isola vulcanica sperduta nel mezzo del Pacifico. La mostra presenta la cronologia di un racconto che si snoda in diversi tempi e spazi: nel 1839 il capitano Pierre de Karcouët sarà il primo occidentale a scoprire l’isola, che verrà riscoperta una seconda volta, a distanza di quasi due secoli, nel 2008, da Giulia Camassade (apertura dal venerdì alla domenica 15:30-18:30 ingresso gratuito).


All right reserved 2018