PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ANTONIO LUNA



DOMENICA A TREVI UNO DEI ROMANZI UMBRI PIU’ PREMIATI DELL’ANNO. LE TRE VERITA’ E’ UN GIALLO PSICOLOGICO AMBIENTATO NELLA GERMANIA DI HITLER.
Domenica 16, ore 17.00, sarà presentato a Trevi, nel complesso di villa Fabri, uno dei romanzi umbri più premiati dell’anno. Oltre ad essere stato presente allo scorso Festival del Libro di Torino, il romanzo “Le tre verità è fresco secondo classificato al Premio regionale “Fulmineamente”, mentre a livello nazionale ha ottenuto 3 premi letterari, di cui l’ultimo come migliore opera prima e 5 menzioni speciali da parte di 8 autorevoli giurie dal nord al sud Italia. 
L’autore, Antonio Luna, è stato dal 2004 al 2014 Vice sindaco di Spello ed è attualmente il Presidente nazionale dell’Associazione “I Borghi più belli d’Italia in Umbria. Le recensioni della sua opera prima, parlano di una giallo strutturato su tre verità sorprendenti e spiazzanti.
Il romanzo, parlando di un mistero legato a un doppio omicidio, nel sobborgo berlinese di Kopenick, racconta la presa del potere di Hitler tra il 1933 e il 1934 e la sottomissione della cultura tedesca al Nazismo, a partire dal cinema espressionista e dalla Bauhaus, con al centro l'episodio del rogo dei libri del 10 maggio 1933.
In aggiunta a pagina 7 di LE TRE VERITA' è inserita la dedica:
"alle vittime della settimana di sangue di köpenick" e a tutti i tedeschi che hanno combattuto il nazismo".
La ragione deriva dal contesto storiografico da cui il "mistero" si muove, ovvero la "Settimana del Sangue" di Kopenick , una repressione drammatica dei nazisti contro la popolazione locale, della tradizione socialista e democratica. Tra il 21 e il 26 giugno 1933 infatti, le SA prelevarono dalle loro case 500 persone (socialisti, sindacalisti di sinistra ed ebrei) per torturarle ferocemente. Cento furono uccisi e gettati nelle acque del fiume Dahme.
Nel libro viene collegato, come è storicamente dimostrato, il massacro di Kopenick con l'incendio del Reichstag e le misure straordinarie chiamate "Reichstagsbrandverordnung", commissionate dal cancelliere Adolf Hitler. La Settimana di sangue di Kopenick è probabilmente il primo grande atto nazista di crudeltà collettiva, che colpì i tedeschi ostili al regime. Dopo
questa operazione tutto cambia definitivamente in Germania

 


All right reserved 2019